TAMRON 28-200MM F/2.8-5.6 DI III RDX: L’INNOVATIVO ZOOM ALL-IN-ONE CHE CAMBIERA’ LA STORIA

TAMRON 28-200MM F/2.8-5.6 DI III RDX: L’INNOVATIVO ZOOM ALL-IN-ONE CHE CAMBIERA’ LA STORIA

L’11 giugno è stato presentanto a sorpresa di tanti utenti il Tamron 28-200mm f/2.8-5.6 Di III RXD. Questo nuovo obiettivo promette delle soluzioni versatili e innovative per le fotocamere mirrorless Sony con sensore Full-frame (compatibile anche con APS-C attacco E) . L’obiettivo è, inoltre, compatibile con alcune funzionalità delle fotocamere mirroless, come: Fast Hybrid AF, Eye AF e Direct Manual Focus (DMF).

L’obiettivo 28-200mmf/2.8-5.6 Di III RXD si basa sullo “stratagemma” di Tamron di creare una serie di obiettivi per fotocamere mirrorless full frame che sfruttano le caratteristiche dei corpi macchina compatti. Di conseguenza, i fotografi possono apprezzare più facilmente varie combinazioni di obiettivi intercambiabili.

A prima vista, la compattezza e la leggerezza dell’obiettivo catturano tutta l’attenzione: soli 11.7cm di lunghezza per 576g.

Caratteristica principale del Tamron 28-200mm f/2.8-5.6 Di III RXD è la fusione di tutto quello che un buon fotografo vorrebbe da ogni obiettivo: ampia apertura e ottima lunghezza focale.

Offrendo una combinazione unica al mondo di zoom all-in-one e un design veloce, il 28-200mm f/2.8-5.6 Di III RDX di Tamron è un teleobiettivo grandangolare caratterizzato da un’ampia apertura massima di f/2.8, in grado di garantire scatti luminosi anche in condizioni di scarsa luminosità. E’, inoltre, costituito da una serie di elementi innovativi e specializzati in grado di mantenere nitidezza e chiarezza costante in tutto il campo dello zoom.

Il nuovo Tamron presenta una soluzione Rapid eXtra-silent stepping Drive (RDX), che permette una messa a fuoco rapida e silenziosa, che ti permetterà di operare anche in condizioni che richiedono la massima tranquillità e il minimo rumore e offrendo una distanza minima di messa a fuoco di soli 19.05cm in modalità grandangolo e 80cm in modalità teleobiettivo, e un ingrandimento massimo di 1:3.1, in modo da lavorare ottimamente con soggetti ravvicinati.

La dicitura Di III indica, invece, che l’obiettivo è stato progettato appositamente per funzionare con fotocamere mirrorless.

L’autofocus garantisce prestazioni rapide che si adattano perfettamente sia ad immagini fisse che alla registrazione di video; questo obiettivo presenta anche la funzione di messa a fuoco manuale a tempo pieno.

Il design ottico dell’obiettivo è composto da sono 18 elementi in 14 gruppi che includono elementi dell'obiettivo GM (Glass Molded Aspherical), ibrido asferico, XLD (eXtra Low Dispersion) e LD (Low Dispersion). Ognuno di questi elementi è disposto in modo preciso per controllare efficacemente le aberrazioni cromatiche.

Infine, il “design fisico” del nuovo Tamron 28-200mm f/2.8-5.6 Di III RDX è stato pensato per l’utilizzo quotidiano in climi rigidi, presenta una costruzione resistente all’umidità, un rivestimento al fluoro per la lente frontale per proteggerla da impronte, polvere, sporco e sbavature e un rivestimento BBAR (Broad Band Anti-Reflection) che aiuta a ridurre ghosting e chiarore.

L’azienda ha affermato, a proposito del lancio del nuovo obiettivo: “Il nuovo 28-200mm f/2.8-5.6 è una distillazione di tutta l'esperienza di zoom all-in-one accumulata da Tamron ed è stato specificamente sviluppato come zoom all-in-one per l'uso quotidiano su una fotocamera mirrorless full frame”; inoltre, il nome dato al modello, ossia A071, richiama un vecchio modello. Nel 1992, infatti, Tamron ha dimostrato un'innovazione rivoluzionaria con il rilascio dell'AF 28-200mm f/3.8-5.6 Aspherical (Modello 71D), un obiettivo zoom all-in-one compatto e leggero. Le dimensioni incredibilmente compatte, la leggerezza e il prezzo ragionevole hanno reso l'obiettivo immediatamente incredibilmente popolare tra i fotografi di tutto il mondo. E da allora, la Tamron non si è più fermata, creando obiettivi sempre più innovativi.

Ad oggi le aspettative su questo nuovo obiettivo sono davvero alte, che si è ripromesso di rompere i limiti convenzionali e di allargare gli orizzonti delle possibilità fotografiche, scrivendo un nuovo capitolo della storia degli obiettivi zoom all-in-one.

 

Scritto il 17/06/2020 da Fotografia 548